Rizomi

Progetto spontaneo di orticulturta urbana d'assalto

Chi siamo

RIZOMI Progetto Spontaneo di Agricoltura Urbana

COS’E’
Rizomi è un progetto spontaneo nato da un percorso di ricerca e di studio sulla sostenibilità e sulle pratiche ecologiche di autoproduzione alimentare. Lo scopo del progetto è quello di diffondere, coadiuvare ed appoggiare la realizzazione di orti urbani secondo alcuni dei principi della permacultura1.
Attraverso il collegamento con il progetto Rizomi chiunque disponga di un’aiuola, un balcone, una finestra, un tetto o un cortile in cemento sarà aiutato e seguito nella realizzazione di strutture di produzione alimentare sane, sostenibili, a basso costo e basso impatto.
Il progetto si propone inoltre di creare una “rete” urbana di ortolani appoggiandosi anche a realtà preesistenti come nel caso della “Banca del Tempo di S. Salvario”, il gruppo spontaneo di Guerrilla Gardening “Badili Badola” ed altri.

COME FUNZIONA
Le persone interessate a partecipare al progetto e a realizzare nella propria casa, balcone o giardino un orto urbano, contattando “Rizomi” si impegneranno a sottoscrivere uno “scambio” attraverso l’iscrizione alla Banca del Tempo, a condividere con altre persone i “frutti” del loro orto e a presentare un altro futuro “coltivatore urbano” in modo da estendere, ampliare e contaminare il progetto stesso.
A fronte di questo si avvierà una progettazione condivisa sulle strutture e tecniche più indicate al sito in cui verrà collocato l’orto. Progettazioni che potranno all’occorrenza divenire anche momenti di formazione, convivialità e/o scambio.
In questo modo al crescere degli orti si svilupperà sempre più una comunità di persone in collegamento tra loro e con i “propri” orti, una comunità conviviale, guidata da scambio e confronto, dotata della capacità potenziale di riqualificare la scena urbana.

DOVE
Rizomi opera sull’intero territorio urbano di Torino.
Le tecniche e pratiche utilizzate, improntate al riciclo e riutilizzo sia per sottolinearne la sostenibilità, sia per garantire l’economicità degli interventi, permettono di realizzare orti e coltivazioni di qualsiasi dimensione nei più disparati ambienti: balconi, tetti, finestre, muri… senza nessuna esclusione. Per garantirne la “durabilità” si darà comunque la preferenza a spazi “privati”.

PERMABLITZ

Permablitz : Ritrovo informale della durata di un paio di giorni in cui un gruppo di persone, due o più, si radunano per raggiungere i seguenti scopi:
creare o modificare giardini edibili nell’abitazione di uno dei partecipanti
condividere competenze ed idee sulla sostenibilità e le tecnologie appropriate
costruire reti territoriali informali
divertirsi

I Permablitz sono eventi gratuiti, aperti al pubblico, dove poter apprendere, condividere, fare esercizio e godersi la giornata.

Chi può partecipare ai Permablitz?
Tutti possono partecipare. Le competenze tecniche e le abilità fisiche non sono e non devono essere limiti. Sono assolutamente benvenuti gli inesperti e coloro che non hanno mai coltivato nulla in vita loro. Persone di qualsiasi provenienza dai 9 mesi ai 99 anni sono invitate a partecipare. Il principio è che chiunque deve mangiare e la realizzazione di un orto è importante per tutti. Ai permablitz ci si aspetta quindi di trovare una pluralità di esperienze, stimoli e soggettività.

Cosa succede durante un Permablitz?
Ogni Permablitz è diverso dall’altro ma in linea di massima ci si aspetta di essere accolti con una tazza di tè. Inizialmente si avvierà una condivisione del progetto da realizzare con i necessari approfondimenti e la divisione dei compiti e dei lavori. Durante la giornata vi saranno probabilmente successivi approfondimenti su tematiche specifiche (sistemi di protezione da agenti inquinanti, recupero delle acque ecc… ecc…).
Chi ospita il Permablitz provvederà al pranzo ma chi volesse portare qualcosa da condividere sarà ben accetto.
A lavori ultimati, dopo i ringraziamenti generali, la speranza è che i partecipanti possano aver trascorso del tempo piacevole insieme e rientrino a casa con nuove idee e ipotesi progettuali di cambiamento.

Come partecipare
Partecipare è facile. Sarà sufficiente tenersi in contatto con RIZOMI attraverso il sito https://progettorizomi.wordpress.com/, iscrivendosi alla newsletter https://www.autistici.org/mailman/listinfo/progettorizomi (entrambi attivi a breve) o inviando una mail a progettorizomi@gmail.com . In questo modo si riceveranno date ed indirizzi dei vari permablitz a cui basterà presentarsi o dare conferma nel caso questa venga richiesta. In generale ci potrà essere bisogno di portare alcuni attrezzi o del cibo da condividere. Molti dei materiali per le realizzazioni saranno gratuiti o provenienti dal riuso ma in alcuni casi potrebbe essere chiesto ai partecipanti di condividere alcune cose come semi, contenitori ecc… ecc…

Come ospitare un Blitz
Ogni neo-ortolano, dopo essersi messo in contatto con Rizomi per ospitare un Blitz è tenuto a presentare un altro ospite. Rizomi è una rete informale di mutuo scambio e si rende disponibile ad organizzare e gestire i blitz in maniera totalmente gratuita in modo da condividere l’onere e le esperienze di una rete in crescita. Quando vi sentite pronti potete contattare progettorizomi@gmail.com

Prima e Dopo: gli step di un Permablitz
Ogni permablitz è parte di un processo più lungo della “semplice” realizzazione. Questo processo includerà un sopralluogo per la progettazione condivisa, la definizione dei materiali necessari e le azioni di comunicazione del Blitz stesso.

Di che spazi devo disporre per ospitare un Permablitz?
Il sistema di progettazione degli orti e le tecniche applicate permettono di creare spazi di produzione ovunque lo si desideri adattandosi a specifiche produzioni o pratiche.
Non sono necessari spazi particolari. Dalla finestra in cucina al cortile ricoperto di cemento, dal balconcino interno alla parete dei garage fino ad arrivare ai tetti, ovunque è possibile ritagliare spazi per la coltivazione. Durante i sopralluoghi verranno valutate le variabili in gioco e discusse le problematiche correlate (no, l’inquinamento può non essere un problema e neanche le pareti a nord… a meno che non si vogliano gli avocadi freschi a gennaio!)

CONTATTI

RIZOMI
progetto spontaneo di agricoltura urbana
https://progettorizomi.wordpress.com
progettorizomi@gmail.com

Annunci

Written by Rizomi

ottobre 23, 2009 a 11:27 pm

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] Venerdì 30 Ottobre alle 16.30 saremo, io ed alcuni amici, al Politecnico di Torino (aula 6N ingresso da via Boggio) a presentare il progetto RIZOMI. […]

  2. […] in una nuova entusiasmante avventura di agricoltura urbana in quel di Torino. È  il progetto RIZOMI che si prefigge di spargere orti e particelle agricole sui balconi, nei cortiletti, nelle aiuole e […]

  3. […] Per l’allestimento ci faremo istruire e consigliare dall’attivissimo gruppo Rizomi […]


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: